image
Copertina
04 gennaio 2018 - Esteri - Arabia Saudita - Panorama
MBS

Mohammed bin Salman (al centro, nella foto) è l’erede al trono saudita che sta cambiando il Paese e influenzerà i destini del Medio Oriente nel 2018 e negli anni a venire. A cominciare dal negoziato di pace israelo-palestinese, che in gennaio o poco dopo cercherà di resuscitare con un grande summit in Arabia Saudita. Mbs, 32 anni, è il più giovane ministro della Difesa del mondo. È impegnato nella guerra nello Yemen, in uno scontro indiretto con l’antico rivale iraniano, come in Siria e Iraq, che nel 2018 potrebbe sfociare in un conflitto aperto con li sauditi appoggiati dagli israeliani contro Teheran. Intanto, sul fronte interno, sono partire le prime riforme e nel 2018, su sollecitazione del giovane principe, le donne del regno potranno finalmente guidare la macchina e riapriranno le sale cinematografiche. Nel frattempo Mbs trova il tempo per spendere piccole parti della sua fortuna: 450 milioni di dollari per comprarsi il Salvator Mundi di Leonardo, che poi esporrà al Louvre di Abu Dhabi, e altri 300 milioni per un (finto) castello in Francia in stile Luigi XIV, sua grande passione.