image
Breve
28 dicembre 2008 - Esteri - Iraq - il Giornale
Al fronte crescono i divorzi E gli Usa inviano in Iraq consulenti matrimoniali
L’esercito americano impegnato nelle dure missioni di guerra, dal’Iraq all’Afghanistan, sta combattendo una nuova battaglia contro il devastante aumento dei divorzi. I matrimoni di molti soldati, impiegati all’estero per turni in prima linea fra i 12 ed i 15 mesi, non reggono. Per arginare l’offensiva delle separazioni il Pentagono ha messo in piedi un centro speciale a camp Victory, vicino all’aeroporto di Bagdad. Lo rivela il Times di Londra. Ben 45 specialisti sono pronti ad intervenire per un blitz di consulenza matrimoniale. A bordo di veloci fuoristrada raggiungono le unità americane più sperdute per mettere una buon parola fra il marito soldato e la moglie a casa sul punto della rottura. Il pezzo forte è un manuale tascabile dal titolo inequivocabile: “I sette principi per far funzionare un matrimonio”.
Kevin Gormley, comandante del centro anti divorzi, non ha dubbi: “Abbiamo bisogni di mantenere i nostri combattenti in buona salute e sereni. Per farlo dobbiamo parlare dei loro sentimenti”. Internet ha reso possibile ai soldati, impegnati al fronte, un contatto talvolta quotidiano con le famiglie. Un passo avanti che, però, crea nuovi problemi. Da oltreoceano i conflitti familiari rimbalzano nelle basi in zona di guerra. “Spesso dobbiamo mediare con ragazzi di 18 o 19 anni, che non hanno avuto il tempo di sviluppare il loro matrimonio” spiega lo psicologo militare Edmund Clark. Oppure con soldati che cercano di imporre alla moglie come lavare la macchina, da migliaia di chilometri di distanza.
F. Bil

video
28 settembre 2015 | Terra! | reportage
Il fronte del parto
In onda su Rete 4 la puntata "Avanti c'è posto" del settimanale tv di Toni Capuozzo sull'immigrazione e le sue cause. Uno dei servizi è il mio reportage di dieci minuti sul fronte nel nord dell'Iraq fra battaglie contro le bandiere nere, tendopoli dove i profughi vogliono partire per l'Europa, paracadutisti della Folgore che addestrano i curdi ed i monuments men italiani, che proteggono il patrimonio archeologico dell'umanità.

play
18 novembre 2015 | Virus Raid due | reportage
Speciale terrorismo
LE IMMAGINI DELLA BATTAGLIA DI SINJAR NEL NORD DELL'IRAQ VICINO AL CONFINE SIRIANO, CHE HA SPACCATO IN DUE IL CALIFFATO. COLLEGAMENTO SULL'INTERVENTO DI TERRA: "SPAZZARE VIA IL CALIFFATO NON E' IMPOSSIBILE, MA NON ABBIAMO GLI ATTRIBUTI E LA VOLONTA' POLITICA DI UNIRE LE FORZE"

play
12 febbraio 2008 | Top Secret Rete 4 | reportage
Iraq: il caso Calipari
Fausto Biloslavo e Barbara Schiavulli parlano di Nicola Calipari il numero due del Sismi ucciso ad un posto di blocco americano in Iraq, mentre portava in salvo Giuliana Sgrena, la giornalista del Manifesto sequestrata a Baghdad nel 2005. Con Claudio Brachino si parla anche della missione italiana ad An Nassiryah e dell'impegno militare in Afghanistan.

play
[altri video]
radio

14 giugno 2014 | Radio24 | intervento
Iraq
L'avanzata del Califfato
Il califfato con Baghdad capitale, Corano e moschetto, mani amputate ai ladri, nemici crocefissi, tasse islamiche, donne chiuse in casa ed Occidente nel mirino con l’obiettivo di governare il mondo in nome di Allah. Questo è lo “Stato islamico dell’Iraq e della Siria” (Isis), che sta conquistando città dopo città rischiando di far esplodere il Medio Oriente.

play

26 agosto 2010 | Radio Anch'io - Radio Uno | intervento
Iraq
Missione compiuta?
Il ritiro del grosso dei soldati americani lascia un paese ancora instabile, ma la missione è in parte compiuta.

play

31 ottobre 2010 | Nuova Spazio Radio | intervento
Iraq
Wikileaks dice quello che si sa già. Per tutti è un grande scoop
I rapporti Usa che smonterebbero la versione italiana di un episodio della battaglia dei ponti ad An Nassiryah e la morte accidentale di un paracadutista in Iraq sono la classica tempesta in un bicchier d’acqua. Le rivelazioni di Wikileaks sugli italiani della missione Antica Babilonia derivano dagli stessi rapporti scritti dal nostro contingente, che lungo la catena di comando arrivavano fino al quartier generale americano a Baghdad. E altro ancora.

play

06 ottobre 2015 | Zapping Rai Radio 1 | intervento
Iraq
Raid italiani in Iraq?
Raid italiani le ipotesi:Paolo Magri dir.Ispi,Fausto Biloslavo corrispondente Il Giornale.

play

[altri collegamenti radio]




fotografie







[altre foto]