image
14 febbraio 2019 | Porta a Porta | reportage

Parla il miliziano italiano che ha combattuto nell'Isis



[continua]

articoli
23 maggio 2019 | Il Giornale | reportage
Liberato l’italiano rapito in Siria Va ai domiciliari
[continua]

05 marzo 2019 | Il Giornale | reportage
“Dall’Oglio è ancora vivo” Nuove speranze per il gesuita
[continua] [www]

12 febbraio 2019 | Il giornale.it | reportage
“Sopravvissuto a un razzo Rpg”: le prime parole di Micalizzi
[continua] [www]

12 febbraio 2019 | Il Giornale | reportage
“Io e Gabriele sotto le bombe Quella dannata passione di raccontare la guerra all’Isis”
[continua] [www]

21 febbraio 2019 | Il Giornale | reportage
“Così la mia Leica mi ha salvato gli occhi Pensavo di morire ma tornerò al fronte”
[continua] [www]

18 febbraio 2019 | Il Giornale | reportage
Trump: riprendete i jihadisti o ve li liberiamo in Europa
[continua] [www]

27 febbraio 2019 | Panorama | reportage
Dov’è finito il tesoro (200 milioni di dollari) del Califfato?
[continua]

[altri articoli]
radio

02 dicembre 2015 | Radio uno Tra poco in edicola | intervento
Siria
Tensione fra Turchia e Russia
In collegamento con Gianandrea Gaiani, direttore di Analisi Difesa. In studio conduce Stefano Mensurati.

play

23 gennaio 2014 | Radio Città Futura | intervento
Siria
La guerra continua


play

02 luglio 2015 | Radio24 | intervento
Siria
La famiglia jihadista
"Cosa gradita per i fedeli!!! Dio è grande! Due dei mujaheddin hanno assassinato i fumettisti, quelli che hanno offeso il Profeta dell'Islam, in Francia. Preghiamo Dio di salvarli”. E’ uno dei messaggi intercettati sulla strage di Charlie Hebdo scritto da Maria Giulia Sergio arruolata in Siria nel Califfato. Da ieri, la prima Lady Jihad italiana, è ricercata per il reato di associazione con finalità di terrorismo internazionale. La procura di Milano ha richiesto dieci mandati di cattura per sgominare una cellula “familiare” dello Stato islamico sotto indagine da ottobre, come ha scritto ieri il Giornale, quando Maria Giulia è arrivata in Siria. Il procuratore aggiunto Maurizio Romanelli ha spiegato, che si tratta della “prima indagine sullo Stato Islamico in Italia, tra le prime in Europa”.

play

[altri collegamenti radio]